giovedì 25 ottobre 2012

David Stern in pensione dal 1° febbraio 2014


Ebbene si, dopo 30 anni di fedele contributo alla "causa" della NBA, il Commissioner David Stern si dimetterà dall'incarico. Al suo posto ci sarà l'attuale vice Adam Silver.
Stern è stato colui che ha chiamato, a quel fantastico draft del 1984, un ragazzo di nome Michael Jordan.
E' stato colui che visse il tragico addio di Magic Johnson dalla NBA nel '91 e che gli permise di giocare nell' All Star Game dell'anno successivo.
Ha premiato come MVP Hakeem Olajuwon, David Robinson, Karl Malone e Charles Barkley.
Ha premiato come Rookie of the year Grant Hill, Allen Iverson e Mitch Richmond.
Ha eletto la bellezza di 28 squadre come Campioni NBA, dai Celtics di Larry Bird ai Lakers di Magic Johnson, dai Bad Boys di Detroit ai Bulls dei primi anni '90, dai Rockets e nuovamente ai Bulls del ritorno di Michael Jordan, dagli Spurs alla nuova era dei Lakers di Shaq e Kobe, arrivando fino a Miami, ancora ai Pistons... fino ad oggi...

Ma non sempre le sue scelte sono risultate gradite... ha affrontato 2 lockout, è stato contestato per il ritorno di Magic nel 1996, è stato accusato di aver "pilotato" alcuni risultati di partite importanti e decisive, ha inserito l'obbligo di un abbigliamento "meno casual" ai giocatori... ma si sa, i grandi non sempre sono popolari al 100%.

Nella conferenza stampa in cui ha annunciato le future dimissioni ha specificato: "E' stata una cavalcata incredibile che continuerà per altri 15 mesi. La Lega è in condizioni fantastiche. Non potrei essere più felice di lasciare l'incarico ad Adam".

Simone Efosi

domenica 26 agosto 2012

Rose, il lavoro per recuperare


Derrick Rose, giorno dopo giorno, si sta impegnando al massimo per riuscire a recuperare dal grave infortunio subito negli scorsi Playoffs nella serie con Philadelphia. Sono passati ormai quasi quattro mesi da quel fatidico 28 aprile, quando la prima scelta assoluta al draft 2008 ha subito la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, nei minuti finali di gara 1 con i Sixers. Il recupero si è subito prospettato lungo, tant'è che il giocatore è già stato costretto a saltare tutti i Playoffs con i suoi Bulls (finiti precocemente al primo turno anche per la sua assenza) e le Olimpiadi di Londra; sarà costretto a vedere dalla tribuna anche buona parte della prossima stagione, in quanto il suo recupero è previsto, nella migliore delle ipotesi, per febbraio/marzo dell'anno prossimo.

Fino ad allora, sarà tutta questione di fisioterapia e allenamenti, oltre a fatica e dolori per il percorso a ostacoli da superare per recuperare del tutto, dopo un anno travagliato dagli infortuni che ha visto la stella dei "Tori" saltare quasi la metà dei match di regular season dopo 3 stagioni disputate sempre con continuità. Il fuoriclasse dei Bulls ed il suo sponsor Adidas hanno deciso di documentare il lavoro di recupero del cestista con una serie di video, dall'uscita all'ospedale alla successiva fisioterapia e riabilitazione. Ecco il primo della serie:


Federico D'Alessio  @FedeDalessio


lunedì 13 agosto 2012

Speciale Olimpiadi 2012: 14esimo oro statunitense

Dopo aver ri-battuto l'Argentina (109-83) nelle semifinali gli americani hanno battuto la Spagna 107-100 vincendo il 14esimo oro olimpionico.

Ecco in breve la cronaca della partita:


18:00 - Dodici secondi al termine. Stati Uniti - Spagna 107-100
17:54 - 102-93 per gli Usa ad 1:52 dalla fine.
17:45 - 95-86 per gli Stati Uniti.
17:36 - 90-84 per gli Usa.
17:36 - Iniziato l’ultimo quarto.
17:32 - 83-82 per gli Usa alla fine del terzo quarto.
17:29 - Prestazione spettacolare fino ad ora di Pau Gasol (Spagna) autore già di 23 punti.
17:28 - 80-80 a 1:41 dalla fine del terzo quarto.
17:18 - Sorpasso Spagna! 65-64 a 7:25 dal termine del terzo quarto.
Pau Gasol - Spagna

17:11 - 59-58 per gli Usa alla fine del secondo quarto.
16:50 - 58-52 in favore degli Stati Uniti ad 1:33 dalla fine del secondo quarto.
16:31 - 35-33 per gli Stati Uniti ad inizio secondo quarto. Reazione spagnola.
16:21 - 30-21 per gli Stati Uniti ad 1:47 dalla fine del primo quarto.
16:14 - 18-16 per gli Stati Uniti. Per ora gli spagnoli sono in partita.
16:06 - Iniziata la partita. 5-4 per gli Stati Uniti dopo poco più di un minuto.

Alessandro Baylon @AleBaylon98

venerdì 10 agosto 2012

Howard ai Lakers in una trade a più squadre!


Può dirsi ufficialmente chiusa la telenovela Dwight Howard, proprio quando tutti meno se l'aspettavano. Nel bel mezzo delle Olimpiadi di Londra, si erano affievolite quasi del tutto le voci di mercato per l'ormai ex centro dei Magic, tanto da far pensare che egli sarebbe stato convocato per la preseason dalla stessa franchigia della Florida.

Invece il GM dei Lakers Mitch Kupchak ha sorpreso tutti, piazzando un grandissimo colpo che quasi sicuramente gli varrà il premio di dirigente dell'anno, anche se manca ancora l'ufficialità. Howard sbarcherà a L.A. in una complessa trade che coinvolgerà anche i Denver Nuggets e i Philadelphia 76ers. A unirsi alla squadra del nostro Gallinari sarà Andre Iguodala, mentre a Phila andranno Andrew Bynum dai Lakers e Jason Richardson dai Magic; questi ultimi si accontenteranno di Afflalo, Harrington e Vucevic, più una prima scelta futura da ognuna delle altre (tre) squadre coinvolte. Forse i Magic avrebbero potuto (e dovuto) ottenere qualcosa di più da questa operazione di mercato dato che, se magari Howard sarà a tratti indecifrabile caratterialmente ma non solo, sa dominare difensivamente e offensivamente come pochi nella NBA. 

Altro colpaccio per i Lakers, che grazie anche all'arrivo di Steve Nash mostreranno un quintetto da All-Star Game con lo stesso play canadese in regia, Kobe nel ruolo di guardia, World Peace ala piccola, Gasol ala forte e Howard dominante come centro. I gialloviola diventano così nella Western Conference la squadra da battere, in grado di competere con i Thunder per il titolo NBA, essendo riusciti ad ottenere Howard senza perdere Gasol e avendo anche rafforzato la panchina con l'arrivo di un veterano come Antawn Jamison. I tifosi dei Lakers possono ricominciare a sognare.

Federico D'Alessio  @FedeDalessio


giovedì 9 agosto 2012

Speciale Olimpiadi 2012: altra vittoria schiacciante per la nazionale USA

Gli Stati Uniti conquistano la semifinale battendo l’Australia 119-86 nella prima partita con grandi numeri per Deron Williams e della tripla doppia di LeBron James. Affronteranno l’Argentina, come nel 2008 e nel 2004 (quando gli Usa vennero battuti): ben tre squadre su 4 in lotta per le medaglie sono le stesse di 4 anni fa a Pechino, l’unica novità è la Russia.
Schiacciata di Chandlers (london2012)
LA CRONACA

Gli australiani iniziano forte con Mills e restano a contatto, poi subiscono l’impatto di Westbrook. Kobe riuscirà a segnare solo a metà del terzo quarto. Australiani che nei primi 100" del secondo tempo grazie a Mills e Ingles re-equilibrano la partita (56-53). Poi all'improssivo Kobe rompe il ghiaccio in contropiede e, nell’azione successiva, una tripla (70-58). Da quel momento, pur restando tosti e concentrati fino a 5’ dalla fine (82-70), gli australiani non tornano più a contatto, e subiscono 20 punti nella ripresa da Bryant

I migliori marcatori:
Stati Uniti: Bryant 20, Williams 18, Anthony 17. 
Australia: Mills 26, Ingles19, Andersen 11. 

LE ALTRE PARTITE

Argentina-Brasile 82-77
La gioia argentina dopo la vittoria sul Brasile. Ap








Spagna-Francia 66-59 
La grinta di Marc Gasol. Afp










Russia-Lituania 83-74 
Andrei Kirilenko. Reuters











LA SEMIFINALE


ore 18.00 Russia-Spagna
ore 22.00 USA-Argentina

Alessandro Baylon @AleBaylon98

martedì 7 agosto 2012

Speciale Olimpiadi 2012: il Dream Team schiaccia l'Argentina e timbra il 5-0

Ieri sera gli USA battono l'Argentina 97-126 dopo una partita spettacolare. La partita più seguita da tutto il mondo. Gli americani volevano finire la serie perfetta (5-0), mentre gli argentini volevano "umiliare" i rivali passandogli sopra nella classifica del girone.

LA CRONACA

Primo tempo e grande partita da entrambi le squadre per quanto riguarda l'attacco. I sudamericani rimangono in partita fino al secondo quarto. Durante il terzo crollano e gli Stati Uniti passano in vantaggio.
Il Dream Team inizia a difendere con un' intensità pazzesca non facendo vedere più il canestro all'Argentina, che però continuava a subire canestri applicando una difesa non spettacolare. 

(SportZoom)

MVP della partita ovviamente Durant con ben 28 punti; importante anche il contributo di LeBron, autore di 18 punti che hanno sbloccato la partita e concesso i quarti contro l'Australia

LE ALTRE PARTITE e LA CLASSIFICA FINALE

GIRONE A
Tunisia-Lituania 63-76
Francia-Nigeria 79-73

GIRONE B
Australia-Russia 82-80
Gran Bretagna-Cina 90-58
Spagna-Brasile 82-88

CLASSIFICA GIRONE A
Stati Uniti 10; Francia, Argentina 6; Lituania 4; Nigeria 2; Tunisia 0

CLASSIFICA GIRONE B
Russia, Brasile 8; Spagna, Australia 6; Gran Bretagna 2; Cina 0         

Quindi  i quarti saranno:

8/08/2012

h 15.00 Lituania-Russia

h 17.15 Argentina-Brasile

h 21.00 Francia-Spagna

h 23.15 Stati Uniti-Australia 



Russia - Australia. L'Australia non dovrebbe essere un grande
ostacolo per la nazionale statunitense. (RaiSport)



Guarda tutti gli articoli su Londra 2012


Alessandro Baylon @AleBaylon98

lunedì 6 agosto 2012

Speciale Olimpiadi 2012: la situazione a Londra (al 05/08)

Lebrom James (Infofoto)
Per difendere l'oro ottenuto a Pechino nel 2008 coach Krzyzewski convoca: Carmelo Anthony (New York Knicks), Kobe Bryant (Los Angeles Lakers), Tyson Chandler (New York Knicks), Kevin Durant (Oklahoma City Thunder), Blake Griffin (Los Angeles Clippers), James Harden (Oklahoma City Thunder), Andre Iguodala (Philadelphia 76ers), LeBron James (Miami Heat), Kevin Love (Minnesota Timberwolves), Chris Paul (Los Angeles Clippers), Russell Westbrook (Oklahoma City Thunder) e Deron Williams (Brooklyn Nets). A Las Vegas il CT americano ha chiuso la rosa inserendo negli ultimi 3 posti liberi Griffin, Harden e Iguodala. 
Grandi assenze nel Dream Team cestitico statunitense sono: Rudy Gay, Eric Gordon e Anthony Davis Derick Rose, Dwight Howard, Dwyane Wade e LaMarcus Aldrige.


GIRONE DI SELEZIONE


La squadra americana è nel Girone A con 8 punti: davanti all'Argentina e la Francia con 7, seguono Lituania, Nigeria 5 e Tunisia 4

29/07 (USA - Francia) 98-71

"Siamo soddisfatti. Abbiamo giocato una buona partita contro una squadra eccezionale"

Coach USA M. Krzyzewski
LeBrom James contro la Francia colleziona 8 assist.
 (Getty Images)

31/07 (USA - Tunisia) 110-63

"Il mio obiettivo stasera era quello di cercare di ottenere una specie di numero uguale di minuti per tutti nel gioco e per provare alcune combinazioni diverse" 
Coach USA M. Krzyzewski
Russell Westbrook: 11 punti e 3 assist contro la Tunisia
(Getty Images)

2/08 (USA - Nigeria) 156-77

"Beh, ovviamente, abbiamo appena iniziato meglio di qualsiasi squadra in una partita il quale io abbia mai allenato"
Coach USA M. Krzyzewski
Carmelo Anthony  (Getty Images)


4/08 ( USA - Lituania) 99-94
"Siamo in grado di giocare meglio, ma abbiamo giocato contro una squadra formidabile oggi."  
Coach USA M. Krzyzewski

L'esultanza del team USA dopo (Getty Images)
la vittoria con la Francia

6/08 (USA - Argentina) da disputare
Lunedì 6 Agosto si disputerà USA - Argentina. La squadra senza sconfitte (USA 4-0) contro l'Argentina (3-1).

Il girone B vede invece la Russia in testa a punteggio pieno con 8 punti, seguita dalla Spagna e dal Brasile, entrambe a 7, e dalla Gran Bretagna e dalla Cina, ferme a 4 nelle ultime posizioni. La seconda classificata nel girone, ovvero probabilmente una tra Spagna e Brasile salvo scivoloni imprevisti della Russia, sfiderà il Dream Team poi ai quarti. Nel match di domani tra le due nazionali latine, quindi, potrebbe quasi essere più conveniente per entrambe perdere la partita, magari con il fantomatico biscotto. Staremo a vedere, sperando che le squadre si impegnino sportivamente per la vittoria malgrado l'eventuale scontro con Kobe e compagni.

PROSSIME DATE


Per ogni girone passano le prime 4 classificate. Gli USA passerebbero lo stesso anche se vengono sconfitti dall'Argentina, ma non sarebbe un olimpiadi "perfetta": dopo aversi aggiudicato il record olimpico per aver fatto in una partita ben 156 punti, ci sta anche una serie di vittorie 5-0, no?

8/08 (Quarti)
ore 15.00 B2 vs A3 = C1
ore 17.15 A1 vs B4 = C2
ore 21.00 A2 vs B3 = C3
ore 23.15 B1 vs A4 = C4

10/08 (Semifinali)
ore 18.00 C1 vs C2 = C1
ore 22.00 C3 vs C4 = C2

12/08 (Finale Bronzo)
ore 12.00 Perdenti semifinali

12/08 (Finale)
ore 16.00 Vincenti semifinali


Alessandro Baylon @AleBaylon98